more maiorumm, non multa sed multum

LIBRI 2013

17-01-2014 03:58



IL FOTOGRAFO DI AUSCHWITZ di Luca Crippa e Maurizio Onnis (Piemme Voci) con sedici pagg. di documentazione fotografica.L’austro-polacco Wilhelm Brasse viene internato con il numero 3444 per essersi rifiutato di arruolarsi nella Wehrmecht: si salva dalla morte in quanto è un abile fotografo e la narcisistica arroganza dell’apparato nazista esige di identificare e immortalare lo sterminio. Egli fotografa cinque anni di atrocità e di morte ed è costretto a collaborare con il vampiresco dottor Josef Mengele. Alcune foto arriveranno alla Resistenza per far sapere al mondo. Perché il mondo deve sapere e deve ricordare.






Dedicato ai Fotografi più che alle fotografie è il volume di interviste di Mario Calabresi A OCCHI APERTI. Foto che raccontano la Storia o la Storia fissata in una foto. Il giornalista, direttore de La Stampa e figlio del commissario Luigi, assassinato da Lotta Continua nel 1972 (quando Mario aveva due anni) incontra negli anni Steve McCurry, Josef Koudeka, Don McCullin, Elliott Erwitt, Paul Fusco, Alex Webb, Gabriele Basilico, Abbas, Paolo Pellegrin, Sebastiao Sagado. Il libro, destinato ai fotografi ed a tutti quelli che rispettano la storia, è stato scritto “nei cinque mesi in cui il giornalista de La Stampa Domenico Quirico era sequestrato in Siria”.

more: fotogrAus.jpg (14.65 KB) calabresi.jpg (25.54 KB)

loading